Corso Rescue di Settembre/Ottobre 2010

Lisa e Miki hanno deciso di diventare subacquei superautonomi, partecipando al corso Rescue!

IMG_5062 IMG_1445 IMG_1447
Ecco le aspiranti Rescue, Miki e Lisa, con il loro fido istruttore, il Conte. Non sembra ci siano segni di stress...

 

...almeno fino al briefing.
IMG_1450 IMG_1451 IMG_1452
Buddycheck. Uno dei fondamentali del corso Rescue.

 

Si comincia con un giretto di ambientamento.
IMG_1454 IMG_1457 IMG_1459
Cominciamo a fare sul serio: togliere e rimettere il gruppo ARA in assetto neutro.

 

IMG_1463 IMG_1465 IMG_1466
Togliere e rimettere la cintura in assetto neutro.

 

Scambio delle maschere.
IMG_1471 IMG_1473 IMG_1476
Scambio del gruppo ARA in assetto neutro!

 

IMG_1477 IMG_1479 IMG_1480
Occhio a non pallonare!

 

Il percorso di andata con la maschera...
IMG_1481 IMG_1484 IMG_1486
...e quello di ritorno senza la maschera.

 

Soccorso al compagno con bombola scivolata...
IMG_1489 IMG_1501 IMG_1502
...necessario in caso il buddycheck sia stato fatto in maniera superficiale.

 

Ma se il compagno non capace, il subacqueo Rescue sa anche risolvere questo inconveniente da solo.
IMG_1492 IMG_1493 IMG_1494
Buddha. Ormai per i Rescue un gioco da ragazzi.

 

IMG_5082 IMG_5104 IMG_5094
I trasporti del subacqueo esausto: quello per i piedi...

 

...quello con il galleggiante, se il subacqueo sembra pericoloso...
IMG_5084 IMG_5107 IMG_5110
...e quello dalla rubinetteria, per subacquei agitati.

 

IMG_5137 IMG_5138 IMG_5135
Soccorso al sub inconscio sul fondo. Uno degli esercizi pi difficili del corso.

 

Avvicinamento dal VIS. Valutazione delle condizione dell'infortunato in superficie.
IMG_5130 IMG_5131 IMG_5132
Trasporto alla barca.

 

Uscita. E chiamata dei soccorsi. Brave Rescue! Ma adesso si fa sul serio per davvero: si va al mare per il finecorso!